Categoria: Senza categoria

Come pulire il filtro del folletto

Pulizia del filtro a vuoto

L’ uso di aspirapolvere è un ottimo alleato nella pulizia della casa. Ci aiutano a rimuovere la polvere e gli acari in modo rapido ed efficace, ma spesso trascuriamo la loro pulizia. Per farli succhiare così come il primo giorno, è necessario pulirli di tanto in tanto per farli funzionare correttamente.

In questo caso ci concentreremo sulla pulizia di un aspirapolvere senza sacco, che ha più di un filtro, in questo caso ha filtro di aspirazione, filtro in schiuma, filtro HEPA, filtro di uscita della schiuma e microfiltro.

I filtri possono essere puliti periodicamente o sostituiti con nuovi se danneggiati, ecco come farlo.

Passi da seguire

  • Scollegare l’ aspirapolvere prima della pulizia.
  • Rimuovere quindi il contenitore in cui è immagazzinato lo sporco e rimuovere il coperchio.
  • Separare i diversi pezzi e gettare lo sporco nel cestino.
  • Pulire il residuo del filtro con una spazzola.
  • Unire le due parti insieme e metterle nel contenitore.
  • Rimuovere il filtro di aspirazione e pulirlo con una spazzola.

Come sostituire il filtro del Folletto

Il filtro di aspirazione HEPA e il filtro in schiuma di aspirazione e di uscita devono essere puliti regolarmente. Quest’ ultimo ha la funzione di proteggere l’ HEPA dallo sporco in eccesso. Per pulirli dobbiamo lavarli con acqua calda prestando particolare attenzione alle pieghe, non è necessario altro perché la pressione dell’ acqua rimuoverà lo sporco.

Per fare questo, tenere il filtro in modo che la parte pieghettata del filtro sia rivolta verso l’ alto e permetta all’ acqua di scorrere parallelamente alle pieghe, mantenendo il filtro ad un angolo appropriato per consentire al getto d’ acqua di rimuovere lo sporco all’ interno delle pieghe.

Quindi ruotare il filtro di 180º e far scorrere l’ acqua nella direzione opposta, una volta pulito scuotere il filtro HEPA l’ acqua rimane.

Una volta puliti dobbiamo assicurarci che siano asciutti prima di rimetterli nell’ aspirapolvere, quindi è meglio lasciarli asciugare per un giorno.

Non aspirare senza il filtro di aspirazione HEPA installato e sostituirlo con uno nuovo ogni sei mesi circa di utilizzo, i ricambi originali sono reperibili qui http://www.ricambielettrodomesticiweb.it/speciale/ricambi-consumabili-ed-accessori-vorwerk-folletto/.

Nel caso del microfiltro, dobbiamo eseguire lo stesso processo. Nel caso dell’ involucro, pulirlo con un panno umido inumidito, ad esempio con detersivo per piatti. Una volta puliti e asciugati, li riportiamo nell’ aspirapolvere.

Come ottimizzare i consumi di una stampante Inkjet

Molto spesso, quando si parla di consumi di una stampante Inkjet, si tende ad entrare completamente nel pallone e quindi a non riuscire a ridurre al massimo il consumo stesso, rendendo quindi la situazione abbastanza complessa. Ecco come procedere per poter ridurre al massimo i consumi della stampante acquistando le cartucce compatibili online ed evitando che gli sprechi possano essere una costante che caratterizza il proprio modo di operare.

La risoluzione della stampante inkjet
Il primo aspetto che bisogna sempre valutare per ottenere un grosso risparmio sui consumi che caratterizzano la stampa risulta essere quello che riguarda la risoluzione che si decide di impostare per effettuare la stampa stessa.
Occorre cercare di ricordarsi che maggiormente elevati saranno questi parametri, maggiore sarà la quantità di inchiostro che le cartucce per stampanti Inkjet e i toner effettueranno.
Per prevenire quindi che ci possano essere delle spese eccessive, anche quando si parla di cartucce compatibili e non solamente quelle originali Canon e di altri marchi, si devono sempre ridurre al minimo i vari parametri di stampa, ovvero quelli che riguardano la stessa qualità della risoluzione.
Un semplice foglio di carta nel quale si devono stampare poche righe non richiede una stampa con risoluzione che sia superiore al parametro minimo rappresentato dalla risoluzione a 300 dpi.
Al contrario, invece, occorrerà tenere basso il suddetto in modo tale che si possano evitare degli sprechi eccessivi che potrebbero essere tutt’altro che consigliati.
Ovviamente se si parla di una foto che deve essere stampata, così come di un documento che contiene particolari immagini o che comunque richiede una certa qualità, sarà necessario aumentare leggermente la risoluzione, senza però esagerare visto che in questo caso si rischia di sprecare il contenuto della cartuccia compatibile per stampante ma anche di quelle originali Epson e di altri marchi.
Ogni stampante e fotocopiatrice avranno il loro percorso che consente di accedere alle impostazioni di stampa quindi occorre verificare il modello ed andare alla ricerca delle suddette informazioni per poter effettuare delle stampe che sia qualitativamente perfette sotto ogni punto di vista.

Il font della stampa ed i consumi i cartucce
Molto spesso, quando si realizzano determinati documenti, si tende a credere che un font vada bene per ogni occasioni e che il consumo che si effettua sfruttandoli sia standard.
In realtà occorre sottolineare il fatto che le varie tipologie di scritte, ovvero i font dei documenti di testo virtuali, hanno tutti un determinato consumo di cartuccia una volta che viene avviata l’operazione di stampa.
Questo significa quindi che bisogna tenere in considerazione questo determinato parametro visto che, in caso contrario, si rischia solo ed esclusivamente di andare incontro ad una serie di consumi eccessivi, anche se si parla di toner compatibili per stampanti.
Bisogna quindi evitare i font che sono dispendiosi d’inchiostro come, ad esempio, quelli che si presentano con caratteri molto spessi che richiedono appunto un consumo eccessivo della cartuccia.
Occorre invece puntare su determinate tipologie, come il vecchio e sempre affidabile Times New Roman ovvero quello del giornale, il quale viene caratterizzato da caratteri abbastanza piccoli che permettono appunto di evitare questo genere di complicazioni.
Sarà inoltre necessario limitare la dimensione dei vari caratteri in modo tale da prevenire ulteriori sprechi di inchiostro che sono tutt’altro che consigliati e che sono sempre e comunque da prevenire proprio per evitare tale tipologia di situazione.
Di conseguenza occorre prestare attenzione anche a questi piccoli dettagli, molto spesso sottovalutati, che consentono di rimuovere completamente sprechi di ogni tipologia che riguardano l’inchiostro stesso.

Altri piccoli dettagli per risparmiare
Prima di effettuare il processo di stampa, quindi per ridurre il consumo dei toner e delle cartucce HP o Epson ma anche di quelle compatibili, occorre cercare di verificare che il documento sia scritto in modo perfetto, prevenendo quindi ulteriori procedimenti di stampa che risultano essere tutt’altro che ottimali.
In questo modo si potrà essere sicuri del fatto che, il consumo dei toner per stampanti, sia svolto una sola volta e quindi si possa risparmiare sul costo dell’inchiostro.
Altro consiglio valido è quello che consiste semplicemente nello sfruttare un procedimento di stampa ecologico, che imposta i consumi di inchiostro al minimo.
Molte stampanti di ultima generazione hanno tale funzione nelle impostazioni di fabbrica e garantiscono l’opportunità di poter evitare delle spese che risultano essere eccessive e che potrebbero dunque essere tutt’altro che ottimali.
Inoltre occorre anche puntare sulla qualità della carta: quella semplice rappresenta la soluzione ottimale ed occorre evitare cartoncino o carta da foto per effettuare delle stampe di documenti che potrebbero richiedere solo ed esclusivamente la carta basilare.
Pertanto si tratta di accorgimenti che permettono di evitare di dover cambiare ripetutamente la propria cartuccia o toner, evitando quindi dei costi che risultano essere eccessivi e che sono superflui sotto ogni aspetto.
Prevenendo tale genere di situazione si potrà essere soddisfatti del proprio modo di operare e si avrà la certezza del fatto che il risparmio che si conseguirà raggiungerà livelli abbastanza elevati.

Un restauratore rimuove 200 anni di vernice giallastro da un dipinto e la differenza è incredibile

Philip Mold , gallerista e storico britannico, ha brevettato una tecnica per il restauro di dipinti la cui pittura è stata fatta in olio .

La procedura ordinaria è quella di verniciare il dipinto con un elemento che, con il passare del tempo, gli conferisce un tono giallastro e scuro . Una delle “vittime” di questa formula era il dipinto di La mujer de rojo (1618) , di proprietà di una collezione privata.

Mold ha condiviso un video sul suo account Twitter in cui ha mostrato come la sua vernice ha rimosso uno spesso strato di vernice e ha rivelato i suoi veri colori , dato che fino ad ora non si potevano vedere chiaramente.

“Abbiamo iniziato il restauro dopo lunghe prove della vernice su una superficie oleosa in un pannello di quercia. Una miscela di gel e solvente è stata creata appositamente per rimuovere e non danneggiare la vernice sottostante , operando in modo più controllabile “, ha spiegato in un'intervista a The Telegraph.

Un ristabilimento Jacobean notevole dopo 200 anni di vernice ingiallisca 1/2 pic.twitter.com/yBGNGDcNd7

– Philip Mold (@philipmould) 6 novembre 2017

Cacciano un pitone di cinque metri in Florida, il più grande del suo genere

La città di Florida Everglades (USA) sta affrontando ultimamente i soliti attacchi dei pitoni. Pertanto, un'agenzia governativa ha dato la luce verde alla creazione di un programma per la pulizia di questa specie nella regione .

Dusty Crum , uno dei cacciatori del programma, ha cacciato il pitone più grande visto nella zona finora. Non meno di 5,27 metri erano le misure di quel serpente appartenente alla famiglia di Birmania .

Secondo i dati di questa organizzazione, più di 600 pitoni sono stati neutralizzati nella regione. Questa specie invasiva colpisce l'ecosistema della Florida , perché hanno un appetito insaziabile che minaccia gli esseri umani, falconi, altri rettili e animali più piccoli.

Una donna scopre l’infedeltà del marito e costringe ad un atterraggio di emergenza

È accaduto in un volo di Qatar Airways che ha viaggiato da Doha a Bali. La donna stava viaggiando con suo marito e suo figlio, e tutto sembrava un viaggio tranquillo e lungo (9 ore)

A quanto pare, secondo i rapporti mediatici, la donna ha approfittato del fatto che suo marito dormiva per prendere il suo cellulare e, tenendosi per mano, sbloccarlo con la sua impronta digitale . Fu allora che vedeva la chiara evidenza dell’infedeltà che la spinse a perdere il controllo.

Ha cominciato a picchiare il marito mentre tutti i passeggeri fissavano lo stupore e l’equipaggio ha cercato di portare l’ordine. Ma non era possibile e il pilota era costretto a fare un atterraggio di emergenza all’aeroporto di Chennai, India – a metà strada per viaggiare, dove hanno lasciato la coppia e il figlio sul terreno.

Inoltre, dato che il viaggio non era destinato all’India, nessuno aveva un visto per questo paese e “hanno dovuto aspettare un giorno all’aeroporto finché un altro volo non li ha portati a casa” , secondo la sicurezza del luogo. Ha anche confermato che l’intervento della polizia non era necessaria.

Trucchi semplici con le mani senza usare una calcolatrice

La matematica è uno dei soggetti che genera i più problemi per i bambini nelle scuole. Le tabelle di moltiplicazione, ad esempio, suppongono un grande lavoro di apprendimento e ciascuno viene insegnato in un certo senso. Regole mnemoniche , canzoni o altri trucchi hanno aiutato a imparare a memoria.

Ma tutto questo non sarà più necessario grazie ai trucchi che Gonzoo ti porta . Alcuni metodi con i quali è possibile rispondere rapidamente quando richiesto.

Trucco 1: solo per il tavolo di nove

La prima cosa che devi fare è estendere entrambe le mani con i palmi fino ad assegnare valori alle dita, da uno a dieci . Cominceremo con il pollice della mano sinistra (1) e terminare con il pollice della mano destra (10).

mano

Il passo successivo è conoscere l’operazione, in questo caso faremo 9×7. Quello che devi fare è “eliminare” il settimo dito e contare quanti sono rimasti da ogni lato .

Una volta che questo è fatto abbiamo la risposta , sei dita si estendono a sinistra e tre dita sulla destra, quindi il risultato di 9×7 è 63 . Un altro esempio, 9×5. Eliminare il quarto dito e il risultato è 45, sulla sinistra sono quattro dita e cinque sulla destra. Semplice, giusto?

Trucco 2: per tavoli da sei a dieci

Questo metodo è destinato ad operazioni più complesse e per farlo devi sapere come utilizzare i numeri più semplici. Come nel caso precedente, dobbiamo anche assegnare valori alle nostre mani, il dito piccolo sarà sei e il pollice sarà dieci .

moltiplicazione

Una volta che abbiamo questo, il prossimo passo è quello di unire le dita dell’operazione che vogliamo fare, 8×6. Quando sono uniti, dobbiamo contare i numeri che sono inferiori a quelli che abbiamo raccolto, comprese le due dita. In questo caso quattro. Poi, contando le dita rimanenti nella mano sinistra (due) e le dita nella mano destra (quattro).

multiplicacióm

Quando abbiamo questo dobbiamo solo montare il risultato. La scatola blu rappresenta le decine (40) e il numero verde delle unità. Per conoscere questo valore è necessario moltiplicare le cifre, due volte quattro sono otto. La risposta finale dell’operazione 6×8 è uguale a 48 .

Sembra complicato, ma con una certa formazione ti aiuterà a risolvere i tuoi problemi più velocemente.

La “replica repubblicana” della maglia spagnola per la Coppa del Mondo 2018 riempie Twitter con meme

Adidas ha annunciato la maglia con la quale la Spagna parteciperà alla Coppa del Mondo 2018 in Russia . L’abbigliamento ricorda il disegno utilizzato dal Red negli Stati Uniti nel 1994 .

Ma la differenza nel disegno grafico di quest’anno è ciò che ha causato un furore su Twitter. La camicia colora i raggi rossi, gialli e blu che rappresentano “la velocità, l’energia e lo stile del calcio associato alla nazionale spagnola “.

La combinazione di rosso e giallo, piuttosto che blu, dà il colore viola e l’intero dà l’ impressione della bandiera della Seconda Repubblica . Gli utenti di Twitter hanno fissato questo dettaglio e hanno riempito la rete sociale con meme.

Hai visto la maglia della Spagna per la Coppa del Mondo in Russia? pic.twitter.com/mZqmhuf1ov

– Surdo (@Zurdo) 6 novembre 2017

Immagini filtrate di Albert Rivera dopo aver visto la nuova camicia spagnola. pic.twitter.com/arum0QSjVE

– LSDisaster. (@ marioalfask8) 6 novembre 2017

 

Spagna brucia grazie alla sua nuova camicia Adidas che vale sicuramente la pena di acquistare pic.twitter.com/C9EMuHdfJa

– PosLaVerda (@PosLaVerda) 6 novembre 2017

La camicia da sport è la bandiera degli Stati Uniti. pic.twitter.com/6YKeI8Afea

– Galleto Fontanedo (@Coponnnn) 6 novembre 2017

Immagine filtrata del progettista della maglia della Spagna per la Coppa del Mondo in Russia. pic.twitter.com/nETeXdaFab

– Puigmelont (@puigmelont) 6 novembre 2017

Mezza Spagna arrabbiata con una camicia. pic.twitter.com/DbHHJqoJ8l

– Pablo Rodríguez (@DonMostrenco) 6 novembre 2017

Secondo Adidas e la sua camicia per la Coppa del Mondo in Russia: Viva España, Viva la República e il re pic.twitter.com/TCaw9KLGPe

– AntonioMF20 (@ AntonioMF20) 6 novembre 2017

Così vedono in Spagna la nuova maglia della loro nazionale per la Coppa del Mondo 2018. Pic.twitter.com/xnF8LAiZIH

– PosLaVerda (@PosLaVerda) 6 novembre 2017

Abbiamo già le prime reazioni per vedere la camicia spagnola: pic.twitter.com/K64roENRLN

– Planet Sport (@Multi_Deporte) 6 novembre 2017

Adidas tirando una camicia con i colori repubblicani con la Spagna sull’orlo di una guerra civile. Quale guerra ai tedeschi.

– Kim Jong-un (@norcoreano) 6 novembre 2017

Chieda alla tua ragazza che la camicia della Spagna non è l’unica che abbia messo qualcosa di porpora.

– Buono (@TraedRuffles) 6 novembre 2017